La necessità di recarsi negli Stati Uniti per affari durante il picco della pandemia è stato un incubo per molti.

Venerdì 10 giugno 2022, il CDC ha annunciato che “la scienza e i dati mostrano che i test non sono più necessari”. Domenica scorsa alle 00:01, è entrato in vigore per tutti i viaggiatori internazionali in arrivo negli Stati Uniti.

Questo è un eccezionale passo per tutti i viaggiatori internazionali, in particolare i viaggiatori d’affari che hanno bisogno di viaggiare nella terra delle opportunità. Questo pone fine a uno degli ultimi requisiti pandemici della nazione e apre la porta tanto necessaria a più professionisti per viaggiare più facilmente.

Una cosa da ricordare per qualsiasi non cittadino degli Stati Uniti, apparte alcune eccezioni, è assicurarsi di essere stato vaccinato per Covid-19; questo è ancora un requisito prima di salire a bordo del volo. (Vi rimandiamo alle fonti ufficiali per ulteriori informazioni. CDC: https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/travelers/index.html)

Il CDC continuerà a tracciare i casi covid e valuterà tra 90 giorni. Gli Stati Uniti nelle ultime settimane sono rimasti invariati nel numero di infezioni e anche il bilancio delle vittime si attesta intorno ai 400 al giorno.

Il CDC raccomanda a tutti i viaggiatori di sottoporsi ancora al test prima e dopo il viaggio per prevenire la diffusione.

Questa notizia non poteva arrivare in un momento migliore per il mondo degli affari e possiamo solo sperare che questo sia un segno di novità a venire. I viaggi d’affari internazionali aprono tante opportunità di collaborazione e crescita, speriamo che questo sia l’inizio di una nuova era di globalizzazione.

La pandemia di Covid-19 è stata un momento difficile per molte aziende, con i viaggi che sono stati uno dei primi settori a risentirne. Si spera che questo nuovo sviluppo aiuti a far ripartire il settore e a riportare gli affari in carreggiata.